Contributo volontario

Le informazioni seguenti vengono fornite, oltre che per garantire la necessaria e dovuta trasparenza all’utilizzo delle risorse economiche, anche per rendere consapevoli le famiglie della loro indispensabile collaborazione economica per il buon funzionamento dell’istituzione scolastica.

Che cosa è il contributo volontario?

Il contributo volontario è una somma di denaro che le famiglie degli studenti dell’Istituto versano annualmente alla scuola al momento della prima iscrizione o della conferma per i successivi anni. 
Questo contributo, negli anni, è divenuto uno strumento sempre più necessario e utile a seguito dell’attuazione dell’autonomia scolastica, in virtù della quale ogni singola istituzione scolastica provvede a coprire, in autonomia, con proprie risorse, il costo delle numerose iniziative e dei progetti deliberati.

A cosa serve il contributo volontario?

Le risorse raccolte tramite il contributo volontario dei genitori sono utilizzate per le finalità prevista dalla legge ovvero per “l’innovazione tecnologica, l’edilizia scolastica e l’ampliamento dell’offerta formativa” (Legge 2 aprile 2007 n. 40, Art. 13). 
Rientrano in questa tipologia l’acquisto di nuovi strumenti per i laboratori, l’acquisto di materiali didattici, di beni e di servizi direttamente rivolti alla didattica e al potenziamento dell’offerta formativa. A titolo di esempio si possono citare gli acquisti volti ad aggiornare le strumentazioni di laboratorio, per finanziare le attività di ampliamento dell’offerta formativa e l’innovazione didattica. 
Il contributo scolastico copre, inoltre, il costo dell’assicurazione infortuni e della responsabilità civile degli alunni, delle fotocopie e delle spese varie utilizzate ai fini dell’attuazione del Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF).
Per il rendiconto specifico delle attività finanziate si rimanda al documento di rendicontazione presente in questa pagina.

Quanto si paga?

L’importo del contributo volontario è stabilito annualmente dal Consiglio di Istituto e ammonta a 150 € per studente all’anno

Quando e come si paga?

Il contributo volontario si paga contestualmente all’iscrizione o al suo rinnovo.
Per gli studenti che si iscrivono al primo anno, ciò avviene nel mese di luglio, dopo aver conseguito il diploma di Istruzione secondaria di primo grado, al momento della formalizzazione dell’iscrizione al nostro Istituto.
Per gli studenti che si iscrivono agli anni dal secondo al quinto, nel mese di gennaio, quando viene consegnato loro il modulo di iscrizione all’anno successivo a quello in corso.
Il contributo deve essere corrisposto, a partire dal 2021, tramite l’applicativo PagoPA (si rimanda al seguente LINK per le istruzioni operative)  
Il contributo è detraibile al 19% dalla dichiarazione dei redditi, ai sensi dell’Art. 13 della legge 40/07, purché riporti nella causale: nome e cognome alunno, classe attuale frequentata, “erogazione liberale finalizzata all’innovazione tecnologica, all’edilizia scolastica e all’ampliamento dell’offerta formativa L. 40/07” (per istruzioni operative si rimanda al seguente LINK

Clicca qui per leggere il regolamento per i contributi volontari


Condividi: